Roma, Firenze, Milano e Venezia: gli stranieri tornano in Italia e cercano le città d’arte

TREND. Le ricerche nei booking engine delle strutture ricettive italiane delle ultime due settimane (21 maggio – 3 giugno) riflettono la graduale ripresa del Paese: il miglioramento della situazione sanitaria, la diffusione dei vaccini, le politiche di apertura e il ritorno della bella stagione stanno incentivando sempre di più i turisti a cercare informazioni. Ogni giorno le ricerche aumentano, in media, del 3,3%: un trend sicuramente positivo, con picchi nei fine settimana (e nella giornata del 2 giugno), ma sembra che ci sia ancora molta incertezza tra i viaggiatori.

MERCATI E DESTINAZIONI. I turisti in cerca di un pernottamento sono per un terzo italiani (precisamente il 33,1%) e per i restanti due terzi stranieri (66,9%): sembra quasi che il mercato domestico sia il più attivo, ma considerando il dettaglio provinciale la distribuzione è molto diversificata. Nelle province di Roma, Firenze, Milano e Venezia le ricerche degli stranieri prevalgono nettamente rispetto agli italiani; con una quota del 98%, 95%, 98% e 72%.

Questo dato certamente non ci stupisce dato che la gran parte delle ricerche sono indirizzate verso le città capoluogo, destinazioni tradizionalmente caratterizzate da forti flussi di turismo straniero. È, tuttavia, un’informazione molto rilevante, soprattutto considerando che nelle previsioni sul turismo post pandemia i punti dolenti riguardavano proprio i turisti stranieri e le città d’arte.

Tra le destinazioni balneari, quelle con una forte prevalenza di stranieri sono quasi tutte pugliesi: Messina (98%), Brindisi (94%), Agrigento (91%), Matera (87%), Bari (86%), Taranto (84%).

Gli italiani, invece, stanno cercando pernottamenti principalmente verso destinazioni balneari: le ricerche sono per la maggior parte indirizzate verso la riviera romagnola (Provincia di Rimini, quota italiani 85%), le coste toscane (Prov. Livorno 81%; Prov. Grosseto 74%) e quelle salernitane (Prov. Salerno 71%).

Tra le destinazioni con un minor numero di ricerche, che stanno ricevendo meno interesse da parte dei turisti, alcune sono totalmente legate al mercato turistico nazionale: le strutture ricettive della Provincia di Catania, ad esempio, stanno ricevendo ricerche quasi esclusivamente da italiani (99%), così come quelle della Provincia di Macerata (98%), Caltanissetta (97%), Oristano (91%) e Siracusa (78%).

DATE DI ARRIVO. Analizzando il comportamento dei turisti delle ultime due settimane si intravedono i segnali di ripresa anche nell’evoluzione della booking window, che è tornata a salire fino ad una media di 62 giorni. Anche la permanenza media è aumentata: è di 5,8 notti ma varia sensibilmente a seconda del mese di arrivo.

Le ricerche sono molto omogenee: il 34% dei turisti sta cercando pernottamenti per il mese di giugno, il 29% per luglio ed il 28% per agosto. La permanenza media per i pernottamenti in giugno è sotto la media, ossia 4,7 giorni, mentre aumenta in luglio (7,1 giorni) e in agosto (7,9 giorni). In particolare, le ricerche per i mesi di luglio e agosto sono nettamente cadenzate: i turisti tendono a cercare pernottamenti per 7, 14, 21 o 28 giorni. Al momento l’interesse per settembre è basso: rappresenta il 10% delle ricerche e la permanenza media è di 3,7 giorni.

Italiani e stranieri stanno cercando pernottamenti nei mesi estivi con preferenze molto simili, fino alle settimane centrali di agosto, dove prevalgono nettamente gli italiani. Le ricerche per il mese di settembre, invece, provengono esclusivamente dai turisti stranieri.

Le mete più cercate nel mese di giugno sono le città d’arte, ovvero Venezia, Verona, Roma e Firenze, queste ultime molto richieste anche nelle prime settimane di luglio. Nel mese di luglio le mete più cercate sono quelle della costiera toscana, le spiagge del Friuli-Venezia Giulia (in particolare Lignano Sabbiadoro), la costiera salernitana e la riviera romagnola; mentre nel mese di agosto si aggiungono il Salento e le coste della Sicilia orientale.

 

 

 

About Destination

Destination is a market intelligence project created by Lybra – developers of the most complete, machine learning, data-centric Revenue Management System (RMS) available on the market – to share real-time, region-specific statistics, information and trends in the world of tourism.

Every day, Lybra analyzes millions of datasets – data collected from thousands of hotels’ PMS and flight search data from a leading metasearch booking engine – to help hoteliers “look ahead to better understand the present;” in other words, Lybra helps hoteliers understand the upcoming demand for their destination and gives them the revenue management tools and actionable insights necessary, to maximize bookings and revenue.

The aim of Destination is to give hoteliers and DMOs a more expansive view of tourism news and trends in different regions around the world. Destination produces weekly Travel Demand Reports, which share tourism developments for a specific country/region and analyze how the region’s travel news has impacted tourist demand. Follow Destination on LinkedIn to gain access to the upcoming Travel Demand Reports, which are published every Tuesday.

News & Events 

News

Performing Management | Firenze 9 Giugno 2021

Performing Management | Firenze 9 Giugno 2021

Mercoledì 9 Giugno alle ore 16:30 presso l'Hotel Villa Olmi Firenze (Via del Crocifisso del Lume, 18 - 50126 Bagno a Ripoli), il nostro CMO Stefano Sciamanna, parteciperà all'evento organizzato da PlayHotel Next dove si parlerà di  Performing Management. Registrati...

Eventi

Blog

Qual è il Ruolo dei Big Data nel Revenue Management?

Qual è il Ruolo dei Big Data nel Revenue Management?

Guardiamo avanti, per non riamanere indetro Il mondo del turismo negli ultimi anni è stato scosso da una forte spinta innovativa, grazie all’introduzione delle nuove tecnologie e ad una maggiore consapevolezza manageriale. Come spesso accade, la tecnologia corre...