Voli e pernottamenti in aumento: l’Italia si prepara alla stagione estiva

VOLI AEREI. Per la prima volta dopo mesi, le ricerche di voli aerei verso l’Italia stanno registrando una tendenza positiva durevole: dopo un lungo periodo caratterizzato da un trend sostanzialmente statico, causato principalmente dall’arrivo della terza ondata di pandemia, le ricerche sono tornate a crescere con tasso di variazione costantemente positivo nelle ultime quattro settimane. Dal 6 aprile al 6 maggio i voli cercati sono aumentati, in media, del 2,4% al giorno, al punto da aver superato l’ultimo vero picco di ricerche, registrato a Novembre dopo l’annuncio del vaccino Pfizer. Rispetto al mese precedente il volume è quasi raddoppiato (+48,4%) e la tendenza sembra essere stabile: l’aumento è attribuibile soprattutto agli italiani, che rispetto al mese precedente hanno triplicato il numero di voli cercati.

Questo forte impulso alla mobilità è certamente frutto del recente alleggerimento delle restrizioni, ma anche di tutte quelle azioni messe in atto per stimolare la domanda e preparare il Paese alla stagione estiva: già dalla fine di marzo, ad esempio, il Ministro del Turismo pronosticava un’estate con minori restrizioni e invitava gli italiani a prenotare le vacanze; è stata poi definita una data di riapertura (2 giugno) ed è stato organizzato un sistema di autorizzazione agli spostamenti interni in attesa del Green Pass europeo, oltre ad aver riconfermato i protocolli per il turismo balneare.

Tutti questi fattori hanno sicuramente dato fiducia ai viaggiatori, ma nonostante gli sforzi di comunicazione la stagione estiva fa ancora fatica a partire: secondo i dati, sia per gli italiani che per gli stranieri l’intenzione di viaggio è molto più forte nelle ultime settimane e hanno ricominciato a cercare voli per l’Italia, ma sempre con partenza a breve termine. Ben il 56% degli utenti cerca voli con partenza entro la fine di maggio, mentre per i mesi estivi le quote sono molto più basse: 15% per giugno, 13% per luglio, 13% per agosto e 3% per settembre.

 

BOOKING ENGINE. Puntando la lente sulle strutture ricettive, i pronostici per la stagione estiva migliorano: secondo i dati provenienti direttamente dalle ricerche nei Booking Engine, negli ultimi trenta giorni i turisti stanno pianificando un pernottamento in Italia in estate; specialmente per il mese di luglio (36,3% del totale) e giugno (28,8%). La booking window, quindi, si allunga, con qualche differenza a seconda della nazionalità: gli italiani, ad esempio, cercano prevalentemente pernottamenti per giugno (39,4%) e agosto (28,3%) e sono ancora poco interessati a settembre; mentre i francesi preferiscono agosto (36,3%) e luglio (35,6%). I tedeschi sembrano essere gli unici interessati ad alloggiare in Italia nel mese di settembre (14,2%), mentre gli svizzeri hanno una forte preferenza per il mese di luglio (47,4%).

La distribuzione delle nazionalità non è molto concentrata e, diversamente da come si temeva, la quota di turismo domestico è del 19,3%. I turisti stranieri, che rappresentano il restante 80,7%, provengono principalmente da Francia (8,7%), Germania (8,4%), Svizzera (7,7%), Stati Uniti (7,5%), Belgio e Olanda (5,9%). C’è da dire che la quota di mercato degli italiani è aumentata solo negli ultimi giorni, più precisamente dall’annuncio del Green Pass italiano: a partire dal 22 aprile le ricerche nelle strutture ricettive sono raddoppiate, specialmente per pernottamenti in estate inoltrata. L’introduzione di questo strumento ha avuto un impatto molto forte per gli italiani, sia in termini di fiducia verso il futuro, sia in termini di sicurezza. Anche gli stranieri, seppur in maniera minore, hanno reagito positivamente a questa notizia, segno che una politica chiara e una programmazione anticipata riescono ad influenzare le intenzioni di viaggio.

La durata media del soggiorno è di 5,7 notti ma aumenta nei mesi centrali: a giugno la permanenza media è di 3,9 giorni, considerando il fatto che la maggior parte (il 44,8%) delle ricerche è per soggiorni da 1 a 3 notti; mentre a luglio sale a 6,6 giorni e ad agosto a 7,2 giorni. I valori di permanenza media dei mesi centrali risultano così alti poiché le ricerche dei turisti si stanno concentrando su pernottamenti prolungati: per quanto riguarda il mese di luglio, ad esempio, il 29,3% delle ricerche è per soggiorni da 10 a 12 notti, e il 25,4 per soggiorni da 13 a 15 notti. Nel mese di agosto, invece, le ricerche per soggiorni da 10 a 12 notti sono il 32,6%, mentre quelle per soggiorni da 13 a 15 notti sono il 25,8%.

In particolare, sono i turisti italiani quelli che stanno cercando maggiormente soggiorni duraturi: ben il 49,2% delle ricerche è per 10-12 notti.

 

 

 

About Destination

Destination is a market intelligence project created by Lybra – developers of the most complete, machine learning, data-centric Revenue Management System (RMS) available on the market – to share real-time, region-specific statistics, information and trends in the world of tourism. 

Every day, Lybra analyzes millions of datasets – data collected from thousands of hotels’ PMS and flight search data from a leading metasearch booking engine – to help hoteliers “look ahead to better understand the present;” in other words, Lybra helps hoteliers understand the upcoming demand for their destination and gives them the revenue management tools and actionable insights necessary, to maximize bookings and revenue. 

The aim of Destination is to give hoteliers and DMOs a more expansive view of tourism news and trends in different regions around the world. Destination produces weekly Travel Demand Reports, which share tourism developments for a specific country/region and analyze how the region’s travel news has impacted tourist demand. Follow Destination on LinkedIn to gain access to the upcoming Travel Demand Reports, which are published every Tuesday. 

News & Events 

News

Eventi

Performing Management | Firenze 9 Giugno 2021

Performing Management | Firenze 9 Giugno 2021

Mercoledì 9 Giugno alle ore 16:30 presso l'Hotel Villa Olmi Firenze (Via del Crocifisso del Lume, 18 - 50126 Bagno a Ripoli), il nostro CMO Stefano Sciamanna, parteciperà all'evento organizzato da PlayHotel Next dove si parlerà di  Performing Management. Registrati...

Blog

Qual è il Ruolo dei Big Data nel Revenue Management?

Qual è il Ruolo dei Big Data nel Revenue Management?

Guardiamo avanti, per non riamanere indetro Il mondo del turismo negli ultimi anni è stato scosso da una forte spinta innovativa, grazie all’introduzione delle nuove tecnologie e ad una maggiore consapevolezza manageriale. Come spesso accade, la tecnologia corre...